COMUNE DI MANZANO

Storia del comune

Profilo

Nome:
Manzano
Provincia:
Udine
Regione:
Friuli Venezia Giulia
CAP:
33044
Sede municipale:
Via Natisone, 34

Il Comune di Manzano si trova in provincia di Udine, al centro di quello che viene definito il Triangolo della Sedia. Negli ultimi anni oramai il Triangolo si è allargato e da poco, si parla ufficialmente di Distretto della Sedia. Il Comune di Manzano ospita ufficialmente la sede del Comitato del Distretto della Sedia, che si trova al primo piano del palazzo municipale di Manzano. La sede municipale del Comune di Manzano è stata rinnovata da pochi anni, spostandosi dalla vecchia sede di Piazza Chiodi alla nuova e moderna di via Natisone.

Storia

Manzano è una ridente cittadina posta sulle sponde del fiume Natisone, circondata da colline che garantiscono lo sviluppo di incredibili vigneti.

La prima presenza dell'uomo nel territorio manzanese risale all'epoca romana, non essendoci testimonianze della stessa di periodi antecedenti. L'origine romana sarebbe infatti l'origine del nome Manzano, che si suppone possa provenire dal nome di un colono, "Amantius".

A seguito della decadenza dell'impero romano, il territorio fu oggetto dell'invasione da parte di Longobardi, Avari, Schiavi, e dall'809 al 952, anche dei più terribili Ungheri, costringendo la popolazione a ritirarsi in costruzioni fortificate raccolte tra di loro. Il paese, rimasto abbandonato, assunse caratteristiche di zona paludosa ed incolta, riscoprendosi produttivo grazie all'insegnamento dei monaci Agostiniani, che si insediarono nell''Abbazia di Rosazzo.

Verso il 1090, fu la volta di una famiglia tedesca, che accompagnando il patriarca Voldarico, si installò a Manzano, diventando padrona incontrastata ed abbandonando il nome originario, assunsero quello del luogo appena conquistato. I Signori di Manzano, spinti dal desiderio di espansione e di natura poco tranquilla, parteggiarono sia per il Patriarca di Aquileia che per il Conte di Gorizia, prendendo parte alle lotte tra le due parti.

Manzano conobbe in seguito anni terribili, sia quando nel 1477 i turchi si resero protagonisti di feroci incursioni, che nel 1509 quando i soldati del Duca Ottone di Brunswich la incendiarono.