Comune di Manzano
Portale Istituzionale

OSPITALITÀ PROFUGHI PROVENIENTI DALL’UCRAINA

Pubblicata il 09/03/2022

Tutti gli enti e le istituzioni si stanno mobilitando per dare delle prime e concrete risposte all’arrivo di numerosi profughi provenienti dalle zone afflitte dalla guerra tra la Federazione Russa e la Repubblica Ucraina.
 
In accordo con la Prefettura, il Comune di Manzano sta effettuato una prima ricognizione di immobili disponibili sul territorio e sta raccogliendo le disponibilità di locali da parte di enti, associazioni o privati cittadini.
 
► Tutti coloro che vogliono mettere a disposizione i propri locali sfitti oppure le proprie strutture adeguate all’accoglienza di famiglie o persone, possono scrivere una email all’indirizzo comune@comune.manzano.ud.it specificando:
  • I propri dati personali ed un recapito telefonico;
  • la tipologia di locale e quante persone possono essere ospitate;
 
Si precisa che i locali messi a disposizione debbano essere dignitosi ed accoglienti oltre che avere i requisiti di abitabilità.
  • se c’è un limite massimo di tempo per la messa a disposizione del locale.
 
Le informazioni raccolte verranno poi messe a disposizione della Prefettura  e nel caso i locali vengano utilizzati, verrà istituita una apposita convenzione con il soggetto/ente che seguirà le persone accolte.
 
► Per tutti i cittadini che stanno ospitando presso immobili di proprietà profughi in fuga dalla guerra in Ucraina, si invitano gli stessi a consultare il sito della Prefettura di Udine a questo link ↓
Notizie su immigrazione - Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Udine 

Qui di seguito ricordiamo gli adempimenti previsti per legge da rispettare in questi casi
(Fonte: Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo di Udine www.prefettura.it/udine):
  • Entro 48 ore il proprietario deve  comunicare l'ospitalità  compilando il modulo (alla fine della pagina il link) - digitalizzato in formato PDF - e inviandolo alla Questura di Udine preferibilmente via @PEC all'indirizzo:  immig.quest.ud@pecps.poliziadistato.it%C2%A0 oppure tramite la posta ordinaria (Raccomandata con ricevuta di ritorno); la consegna a mano direttamente presso gli uffici della Questura può essere effettuata esclusivamente qualora il proprietario non disponga di mezzi telematici idonei. In alternativa il modulo compilato può essere consegnato per i Comuni di Tolmezzo e di Cividale del Friuli presso il rispettivo Commissariato di Polizia mentre, per gli altri Comuni (ad eccezione di Udine), presso l'Ufficio di Polizia locale del rispettivo Comune di competenza. 
  • Il prima possibile il proprietario comunica all'Azienda Sanitaria Locale - Dipartimento di prevenzione la presenza degli ospiti, ai fini dell'esecuzione del test COVID-19 (entro 48 ore dall'ingresso) e per il complessivo screening sanitario. Si ricorda, inoltre, che per chiunque entri sul territorio nazionale senza un green pass base valido, è previsto l'isolamento fiduciario presso il luogo di accoglienza per 5 giorni. 
  • Entro 8 giorni dall'ingresso i profughi dall'Ucraina devono dichiarare la propria presenza sul territorio nazionale recandosi in Questura o presso un Commissariato di Polizia con i documenti di identità.
Si rammenta che i cittadini ucraini possono fare ingresso in territorio nazionale in esenzione da visto, per cui ospitarli - oltre ad essere un gesto altruistico - non infrange alcuna norma. Si è in attesa di ricevere disposizioni circa il permesso di soggiorno che verrà riconosciuto ai profughi provenienti dalla guerra in Ucraina.

Categorie NEWS

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto