Comune di Manzano
Portale Istituzionale

TARI - Tassa Rifiuti



La sigla “TARI” rappresenta tassa sui rifiuti in vigore dal 01/01/2014.
 
La Legge 147/2013 disciplina l’applicazione della tassa sui rifiuti - TARI e ne individua il presupposto, i soggetti tenuti al pagamento, le riduzioni e le esclusioni, riprendendo, in larga parte, quanto previsto dalla normativa vigente in materia di TARES  ora abrogata.
Anche la TARI è destinata alla copertura del 100% dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento ed è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani e che in caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria.
La base imponibile da assoggettare a tassazione è individuata nella superficie calpestabile delle unità immobiliari a destinazione ordinaria iscritte o iscrivibili nel catasto edilizio urbano. Per l’applicazione della TARI sono confermate le superfici dichiarate o accertate ai fini dei precedenti prelievi sui rifiuti. In sede di accertamento il comune, per le unità immobiliari, può considerare come superficie assoggettabile alla TARI quella pari all’80 per cento della superficie catastale determinata secondo il D.P.R. 138/1998 che ha stabilito le norme tecniche per la determinazione della superficie catastale delle unità immobiliari a destinazione ordinaria.
La tariffa è commisurata all’anno solare, calcolata a giorni, cui corrisponde un'autonoma obbligazione tributaria ed è composta per le utenze domestiche da una parte fissa calcolata sulla base dei mq. di superficie calpestabile, e di una parte variabile correlata al numero degli occupanti.
Le tariffe della TARI devono essere conformi al piano finanziarioPEF redatto dal soggetto che svolge il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, che deve essere approvato dal consiglio comunale.
La tassa, che deve assicurare la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio, deve comprendere anche i costi dello smaltimento dei rifiuti nelle discariche.


E’ tutt’ora prevista l’addizionale TEFA (Tributo per le funzioni ambientali) nella misura del 4% sull’imposta lorda dovuta, importo che il Comune è tenuto a riversare alla Regione dal 01.01.2017.

A partire dal 01/01/2020 vengono introdotte modifiche quali:
- il nuovo metodo tariffario (MTR) per la determinazione del costo del servizio integrato e dei singoli servizi che costituiscono attività di gestione,
- l'introduzione di un'Autorità unica ARERA per la determinazione di costi (PEF) sulla base dei quali poter determinare le tariffe di riferimento annuali;
 
L’ufficio tributi provvede all’invio, al domicilio dei contribuenti ovvero se richiesto con autorizzazione che si trova sul sito comunale all’invio tramite mail, dei conteggi con allegato modelli F24 precompilati per il pagamento, sulla base dei dati dichiarati ed aggiornati
 
 
  • CODICI TRIBUTO TARI PER F24
 COD.TARI  CODICE COMUNE
TARI Tassa sui rifiuti art. 1 comma 639 Legge 147/2013 3944 E899
  
Rimane l’obbligo di denuncia in caso di variazioni (Vedi alla voce Il Comune informa/modulistica/tributi)
Sempre alla voce Il Comune informa/modulistica/tributi, sono pubblicate le tariffe approvate.
 
torna all'inizio del contenuto